Napoli, maxisequestro al boss Troncone: sotto chiave beni per 800mila euro

Napoli, maxisequestro al boss Troncone: sotto chiave beni per 800mila euro

Il 56enne fu ferito, nel 2021, in un agguato camorristico nel suo quartiere


NAPOLI – Gli agenti della Sezione Misure di Prevenzione Patrimoniali della Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Napoli hanno dato esecuzione al decreto di sequestro di beni finalizzato alla confisca, ai sensi della normativa di prevenzione antimafia, emesso dal Tribunale di Napoli – Sezione Misure di Prevenzione, nei confronti di TRONCONE Vitale, cl. ‘68. Trattasi di un soggetto di elevata pericolosità sociale, pluripregiudicato per reati in materia di armi e stupefacenti, tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso, rapina a mano armata e lesioni personali. Il predetto, sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza fino alla scorsa primavera, già ritenuto appartenente ad un’associazione per delinquere di stampo camorristico, denominata Nuova Camorra Flegrea, attiva nel quartiere napoletano di Fuorigrotta, zona ad alta vocazione commerciale, nella quale è in corso da anni una violenta contrapposizione tra sodalizi criminali, per assicurarsi il controllo del territorio ed i proventi derivanti, in particolare, dalle attività di traffico di stupefacenti e di estorsione in danno di imprenditori e commercianti. In tale contesto, Troncone è stato vittima, nel dicembre 2021, all’esterno dell’omonima Caffetteria, di un agguato di stampo camorristico, nel corso del quale ha riportato ferite da colpi d’arma da fuoco.

In accoglimento della proposta avanzata dal Questore di Napoli, l’Autorità Giudiziaria ha emesso un decreto di sequestro dei seguenti beni, emersi dall’analisi patrimoniale e risultati nella disponibilità effettiva dell’uomo, pur se formalmente intestati ai suoi familiari, acquistati durante il periodo in cui ha espresso la propria pericolosità. Oltre ad un’unità immobiliare ad uso abitativo, sita nel quartiere di Fuorigrotta, sono stati sottoposti a sequestro rapporti finanziari ed un’impresa individuale, ubicata nel medesimo quartiere ed attiva nel settore della ristorazione, avente denominazione “Caffetteria Troncone”.

Il valore complessivo dei beni sottoposti a sequestro preventivo ammonta a circa 800.000,00 euro.