Neonato abbandonato in un cassonetto dei rifiuti: sta bene, famiglia disponibile ad adottarlo

Neonato abbandonato in un cassonetto dei rifiuti: sta bene, famiglia disponibile ad adottarlo

Il padre dell’adolescente che lo ha trovato ha manifestato la disponibilità della sua famiglia ad adottare il neonato, affermando che se avesse l’opportunità, lo farebbe volentieri


Bimbo, neonato, ospedale, clinica, pediatria, culla

Un neonato è stato ritrovato ieri sera in un bidone dell’immondizia a Villanova Canavese, nel Torinese. Il bambino, chiamato Lorenzo dai medici dell’ospedale di Ciriè che lo hanno preso in cura, è stato trovato in un sacchetto di plastica con placenta e cordone ombelicale ancora attaccati. Le condizioni di salute del neonato non destano preoccupazioni, e attualmente si trova in incubatrice per motivi di sicurezza, ma in buone condizioni.

Gli accertamenti dei carabinieri sono in corso per ricostruire l’accaduto, mentre la procura di Ivrea coordina l’indagine. Il neonato è stato trovato da un ragazzo di 15 anni, Carlo (nome di fantasia), che ha notato il sacchetto rosso vicino ai bidoni dell’immondizia e ha sentito il pianto del neonato. Carlo ha chiamato i genitori, che hanno immediatamente chiamato i soccorsi.

Il padre del ragazzo ha elogiato la prontezza dei soccorsi e ha dichiarato che trovare un bambino così piccolo è stata un’emozione fortissima. Ha anche manifestato la disponibilità della sua famiglia ad adottare il neonato, affermando che se avesse l’opportunità, lo farebbe volentieri. Ha sottolineato che, nonostante le possibili conseguenze legali per chi ha abbandonato il bambino, l’importante è garantire al neonato un futuro. La famiglia si è informata sulla possibilità di visitare il neonato in ospedale, ma al momento non ha ricevuto informazioni dettagliate per rispettare la privacy del bambino.