Oggi è il Blue Monday, il giorno più triste dell’anno: le origini e come “combatterlo”

Oggi è il Blue Monday, il giorno più triste dell’anno: le origini e come “combatterlo”

Gli studiosi lo hanno classificato come la giornata più difficile da affrontare dell’anno intero


Vedete tutto nero? Nessuna voglia di alzarvi dal letto? Nulla di strano, è il ‘Blue Monday’, il giorno più triste dell’anno. Il terzo lunedì del mese di gennaio è stato classificato come la giornata più difficile da affrontare dell’anno intero.

Uno psicologo, Cliff Arnall, dell’Universita’ di Cardiff, ha anche messo a punto un’equazione matematica per dimostrarlo. Gia’ gennaio e’ da molti considerato come il mese più faticoso dell’anno. Ma il terzo lunedì del mese la situazione – a sentire Arnall- peggiora. A cospirare per buttarci giù – senza dimenticare il covid – ci sono tutti una serie di influssi negativi: il tempo uggioso e freddo, il fatto che Natale sia ormai solo un ricordo e la consapevolezza che i buoni propositi del nuovo anno sono, come sempre, una chimera.

Non solo: stanno arrivando i conti delle ‘spese allegre’ di Natale e l’estate appare ancora lontana. Arnall ha codificato tutto in una formula e messo tutto insieme: meteo, debiti (la differenza tra debito accumulato e la nostra capacita’ di pagare), giorni che ci separano dal Natale, giorni in cui gia’ abbiamo ‘saltato’ i buoni propositi di Capodanno, livello di motivazione.

Il risultato e’ un senso di fallimento e di assoluta sfiducia nel superare gli eventi; a ciò si aggiunga il fatto che è pure lunedì, ovvero inizio settimana. Come superare tutto cio’: Arnall consiglia per esempio di guardarsi un Dvd divertente, chiamare gli amici e mangiare insieme, magari contattando persone non frequentate da mesi o anni.

E poi mettersi l’anima in pace: arriverà anche il giorno più felice dell’anno, naturalmente, solo che occorre un po’ aspettare: sarà il terzo venerdì di giugno il giorno più luminoso.