Orrore a Salerno: degrado in casa e abusi sulle figlie da parte del patrigno

Orrore a Salerno: degrado in casa e abusi sulle figlie da parte del patrigno

Le due ragazzine sono state da tempo allontanate dalla casa familiare, la madre è stata ritenuta “disattenta”


SALERNO – Le indagini dei Servizi sociali del Comune di Salerno hanno portato alla luce una drammatica vicenda di degrado e abusi sessuali, coinvolgendo una minorenne che, al momento dei fatti, aveva meno di quattordici anni. La giovane vittima aveva manifestato segni di insofferenza per gli abusi subiti e aveva cercato ripetutamente aiuto dalla madre, tuttavia, le richieste di soccorso erano state ignorate dalla donna, che aveva sottovalutato le spiegazioni della figlia sui maltrattamenti subiti dal compagno, un uomo scelto e portato a vivere in casa con loro.

La madre, giudicata “disattenta”, dovrà affrontare un attento esame da parte dell’autorità giudiziaria, poiché si è venuto a conoscenza che la donna avrebbe risposto con continui maltrattamenti al grido di aiuto della piccola. Le accuse riguardano reati di violenza sessuale aggravata nei confronti della minorenne convivente, in presenza di un’altra minorenne, configurando così il reato di corruzione di minorenni e maltrattamenti.

Le due ragazze sono state da tempo allontanate dalla casa familiare.