Sciopero dei trasporti di 24 ore, disagi previsti per mercoledì 24 gennaio: a rischio i mezzi di Anm e Eav

Sciopero dei trasporti di 24 ore, disagi previsti per mercoledì 24 gennaio: a rischio i mezzi di Anm e Eav

È una mobilitazione nazionale della categoria per chiedere maggiore sicurezza dei lavoratori e l’introduzione del reato di omicidio sul lavoro


È previsto domani, mercoledì 24 gennaio 2024, lo sciopero dei mezzi pubblici. La manifestazione toccherà tutta l’Italia e durerà 24 ore. A Napoli – come nel resto del Paese – è prevista grande adesione da parte dei lavoratori e, al momento, saranno a rischio i mezzi di Anm e Eav. 

I sindacati chiameranno i lavoratori in piazza anche per protestare a favore del diritto allo sciopero, soprattutto dopo i diversi scontri con il ministro dei Trasporti, Matteo Salvini.

Sciopero dei mezzi, la nota del sindacato

Molte le ragioni dello sciopero. In particolare modo si chiede maggiore sicurezza per i lavoratori, con l’introduzione del reato di omicidio sul lavoro. Si chiede la fine per il lavoro sottopagato, le privatizzazioni e trattative al ribasso sui nuovi contratti.

Qui, a seguire, la nota del sindacato Usb:

“Le associazioni datoriali rifiutano il confronto sulla proposta di rinnovo ccnl trasporto pubblico locale, il 24 gennaio 2024 è sciopero nazionale. È una mobilitazione nazionale della categoria con uno sciopero di 24 ore sui seguenti temi: sicurezza dei lavoratori e del servizio, introduzione del reato di omicidio sul lavoro; necessità di modificare l’ossessionante e vizioso criterio che, inneggiando al risparmio, vede bruciare fior di soldi pubblici attraverso appalti e subappalti ad aziende che offrono servizi di scarsa qualità e lavoro sottopagato, garantendo ad esse profumati profitti; libero esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali; una legge sulla rappresentanza che superi il monopolio costruito sulle complicità trai sindacati e le associazioni datoriali di categoria. Nella stessa giornata per la limitazione dettata dalle leggi e normative ‘antisciopero” è proclamato anche un primo sciopero di 4 ore nel merito dell’ennesimo rifiuto delle controparti ad aprire un confronto su una proposta di rinnovo contrattuale elaborata da Usb Lavoro Privato, che rispecchia le reali esigenze della categoria. Le parti datoriali hanno ribadito l’insussistenza delle condizioni tali da indurre ad una modifica del vigente assetto del sistema delle relazioni industriali nel settore non riconoscendo dunque i soggetti sindacali che hanno attivato la presente procedura”.

Lo stop

A fermarsi saranno bus, tram, metro (e treni metropolitani) e funicolari per tutta la giornata del 24 gennaio. Anm, Eav e Trenitalia, invece, non hanno ancora ufficializzato le corse garantite tra Napoli e provincia.