Si spacciavano postini per truffare un’anziana di 88 anni: arrestati due giovani napoletani

Si spacciavano postini per truffare un’anziana di 88 anni: arrestati due giovani napoletani

I poliziotti li hanno colti immediatamente, permettendo la restituzione della refurtiva e il loro successivo arresto


Due uomini, Claudio Maddaloni di 29 anni e Salvatore Presutti di 25, entrambi di Napoli, sono stati arrestati dalla Squadra mobile di Reggio Calabria con l’accusa di truffa e furto in abitazione con strappo, mentre si spacciavano per due postini venuti a consegnare un pacco.

Il truffatore Maddaloni si è finto un nipote di nome Guido, contattando l’anziana e chiedendole di ritirare un pacco presso l’ufficio postale di via Venezia nel centro cittadino. Successivamente, un complice che si fingeva direttore dell’ufficio postale, ha confermato la giacenza del pacco in una seconda telefonata all’anziana il 8 gennaio.
Approfittando dell’assenza del figlio della donna, Maddaloni si è presentato alla sua abitazione, chiedendo un pagamento di 5.500 euro per il fittizio pacco. Non avendo la somma in contanti, l’uomo si è impadronito di monili d’oro e anelli dalla donna. La polizia li ha fermati in auto, una Fiat Tipo segnalata e denunciata per un episodio analogo avvenuto il 5 gennaio.

Maddaloni ha confessato di aver ingannato l’anziana insieme a Presutti, restituendo spontaneamente i gioielli appena rubati. Ha aggiunto di aver ricevuto l’incarico da una persona incontrata a Piazza Mercato a Napoli il giorno prima, che gli avrebbe fornito una lista di altri potenziali anziani da prendere di mira. La Squadra mobile sta indagando sulla veridicità delle dichiarazioni di Maddaloni e sul coinvolgimento di altri complici, incluso un presunto basista a Reggio Calabria. Su richiesta della Procura, il giudice ha convalidato gli arresti e disposto la detenzione in carcere.