Violenza sessuale sul nipotino di 11 anni: zio orco arrestato dai carabinieri a Torre del Greco

Violenza sessuale sul nipotino di 11 anni: zio orco arrestato dai carabinieri a Torre del Greco

I genitori hanno scoperto tutto fingendo di essere il loro figlio nelle chat con l’uomo


TORRE DEL GRECO – Arrestato per violenza sessuale nei confronti del nipotino. L’epilogo questa mattina quando i carabinieri della stazione di Torre del Greco, in esecuzione di un’ordinanza applicativa della misura coercitiva della custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Torre Annunziata su conforme richiesta di questa Procura della Repubblica, hanno arrestato un 36enne del posto.

Le indagini condotte dai militari della Stazione di Torre del Greco Capoluogo e coordinate da Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torre Annunziata, hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dell’arrestato quale autore di atti sessuali commessi sul nipote di soli 11 anni.

Le denunce presentate dala madre del ragazzo, a partire dal mese di maggio 2022, hanno permesso di accertare che l’uomo, approfittando del rapporto parentale che lo legava alla vittima, avrebbe indotto quest’ultima a subire atti sessuali, a farsi dei video che lo ritraevano senza veli e ad assistere ad atti di onanismo.

Dalle indagini è emerso anche che l’indagato avrebbe fatto apprezzamenti anche nei confronti di un amico della vittima di pari età e avrebbe invitato il nipotino a non dire nulla ai genitori, i quali sono riusciti a scoprire quello che stava accadendo ai danni del proprio figlio spacciandosi per il minore e rispondendo ad alcuni messaggi che lo zio aveva inviato e che li avevano fatti insospettire.

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato trasferito nel carcere di Poggioreale dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.