Agguato a colpi di fucile, ucciso Ciro Gargiulo: il narcos dei Monti Lattari è deceduto a 60 anni

Agguato a colpi di fucile, ucciso Ciro Gargiulo: il narcos dei Monti Lattari è deceduto a 60 anni

Sarebbe stato il figlio a portare il padre in ospedale, dove però è arrivato già morto.


Napoli Tre persone, tra la quali una bambina, sono rimaste ferite a colpi di arma da fuoco in un agguato tra la folla avvenuto poco prima delle 17.30 all'angolo tra piazza Nazionale e via Acquaviva. Il bersaglio del commando di morte era un pregiudicato, Salvatore Nurcaro, 32 anni, colpito da sei proiettili e ricoverato all'ospedale Loreto Mare dove i medici hanno riscontrato anche un foro di entrata e uno di uscita al torace. - Napoli Tre persone, tra la quali una bambina, sono rimaste ferite a colpi di arma da fuoco in un agguato tra la folla avvenuto poco prima delle 17.30 all'angolo tra piazza Nazionale e via Acquaviva. Il bersaglio del commando di morte era un pregiudicato, Salvatore Nurcaro, 32 anni, colpito da sei proiettili e ricoverato all'ospedale Loreto Mare dove i medici hanno riscontrato anche un foro di entrata e uno di uscita al torace. - fotografo: Salvatore Laporta/Kontrolab

Recentemente, i Carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia sono stati chiamati a intervenire presso il pronto soccorso dell’ospedale locale a seguito della morte di un uomo sessantenne, colpito e ucciso da proiettili di fucile. La vittima è Ciro Gargiulo, detto “Ciruzzo ‘o Biondo”, già noto alle forze dell’ordine per aver gestito praticamente in regime di monopolio le coltivazioni di marijuana sui Monti Lattari.

Non è ancora chiara la dinamica dei fatti ma sembra che l’uomo sia stato raggiunto da sicari lungo via San Giorgio, una strada che collega i comuni di Lettere e Casola e che sia stato colpito da diversi colpi di fucile. Sarebbe stato il figlio a portare il padre in ospedale, dove però è arrivato già morto.