Campania, presunto caso di malasanità: 39enne morto dopo intervento di bypass gastrico

Campania, presunto caso di malasanità: 39enne morto dopo intervento di bypass gastrico

Il nosocomio dove è avvenuta la tragedia è al centro di un’indagine dopo la terza morte sospetta per lo stesso intervento


BENEVENTO – Ancora una volta il Sannio è al centro di un presunto caso di malasanità. Un uomo di Tortoreto, provincia di Teramo, Emanuele Giovannini, è deceduto a soli 39 anni in seguito a complicazioni dopo un intervento chirurgico di bypass gastrico all’ospedale Fatebenefratelli di Benevento.

L’uomo che cercava di perdere peso, si era sottoposto all’operazione, che, sebbene considerata di routine, può presentare complicazioni fatali. Infatti, il paziente sarebbe spirato mentre era in sala operatoria. A seguito di ciò, i familiari della vittima hanno presentato denuncia per omicidio colposo. La Procura di Benevento ha ordinato il sequestro della salma e della cartella clinica dell’uomo, padre di tre figli, in attesa dell’autopsia che chiarirà le cause del decesso. Domani verrà affidato l’incarico per la consulenza autoptica, mentre tre medici del nosocomio sannita sono stati iscritti nel registro degli indagati.

Questo è il terzo caso simile in pochi mesi all’ospedale Fatebenefratelli di Benevento: il 1 novembre 2023 Lorenzo Riccio di Recale, 41enne e padre di 4 figli, e tre giorni dopo un 35enne di Avella, autista di Bus, avevano trovato la morte per le complicanze post-operatorie dopo lo stesso intervento.

Di fronte a queste tragedie, il Ministero della Salute ha inviato ispettori al Fatebenefratelli per avviare un’indagine interna.

La vittima, Emanuele Giovannini: