Cuginette stuprate a Caivano, rito immediato per i sette minori coinvolti

Cuginette stuprate a Caivano, rito immediato per i sette minori coinvolti

Ai ragazzi vengono contestati gli abusi in forma aggravata. Ad altri, invece, anche l’accusa di aver prodotto video pedopornografici degli abusi


fratellini abusi condannato orco caivano parco verde

CAIVANO (NAPOLI) – I sette minorenni coinvolti negli stupri avvenuti a Caivano ai danni delle due cuginette di 10 e 12 anni andranno al giudizio immediato. Lo ha disposto il gip del Tribunale dei minorenni di Napoli Umberto Lucarelli, accogliendo le richieste della Procura.

Ai soggetti – due sono in comunità e gli altri detenuti in carcere – vengono contestati gli abusi in forma aggravata. Alcuni sono accusati, in concorso con uno dei due maggiorenni coinvolti nei fatti, di aver prodotto video pedopornografici della violenza.

L’udienza è stata fissata per il prossimo 28 marzo. Entro 15 giorni i legali degli imputati possono chiedere che il giudizio si svolga con il rito abbreviato, un’istanza che comunque deve passare il vaglio del giudice. La decisione giunge dopo gli incidenti probatori sulle due piccole vittime che si sono svolti, in un ambiente protetto, circa un mese fa.