Napoli, scatta la polemica per i manifesti della Regione Campania contro il Governo Meloni

Napoli, scatta la polemica per i manifesti della Regione Campania contro il Governo Meloni

Denunce da parte della Lega: “”De Luca usa fondi pubblici per attaccare il governo”


NAPOLI – “Il Governo Meloni tradisce il Sud” e “Il Governo Meloni chiude i pronto soccorso” sono le scritte sui manifesti apparsi nelle principali città della Campania, accompagnati dal logo della Regione Campania, rappresentano l’ultimo episodio del dibattito sui fondi di coesione tra il governatore De Luca e il governo di Giorgia Meloni.

Il capo dello staff di comunicazione di De Luca ha confermato che i manifesti affissi in diversi spazi pubblicitari tra Caserta, Salerno, e tra poco anche a Napoli, sono stati finanziati con fondi istituzionali della Regione. Tuttavia, i gruppi di centrodestra del Consiglio regionale hanno annunciato un’interrogazione sull’utilizzo dei fondi della comunicazione da parte di De L uca, accusandolo di utilizzare risorse pubbliche per fini politici.

Sia il deputato della Lega Gianpiero Zinzi che di Fratelli d’Italia Gimmi Cangiano, hanno criticato De Luca, accusandolo di fare propaganda politica con i soldi dei contribuenti o sottolineando come questa iniziativa possa essere l’ennesimo spreco di risorse pubbliche. Il primo ha poi evidenziato che i fondi destinati alla Campania non sono bloccati e ha criticato De Luca per il mancato dialogo con il governo e per l’allocazione dei fondi per sagre e feste anziché per servizi e infrastrutture. Il secondo, analogamente, per non aver speso adeguatamente i fondi destinati per la regione Campania.