Scoperta centrale di riciclaggio internazionale, la base a Portici ed Ercolano

Scoperta centrale di riciclaggio internazionale, la base a Portici ed Ercolano

Si tratta di un’inchiesta coordinata da Eurojust che coinvolge quattro uffici inquirenti: Napoli, Lecce, Lettonia e Lituania


Dalle prime luci dell’alba di oggi, martedì 27 febbraio, i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli stanno eseguendo un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali e reali, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Procura della Repubblica, guidata dal Procuratore della Repubblica di Napoli, Nicola Gratteri, nei confronti di otto soggetti.

Le Fiamme Gialle hanno scoperto una centrale di riciclaggio internazionale in Campania con base a Portici ed Ercolano (Napoli), e ramificazioni in Puglia, Lettonia e Lituania.

Le indagini

I soggetti sono indagati, a vario titolo, di associazione per delinquere, riciclaggio, autoriciclaggio, ricettazione, intestazione fittizia di beni, bancarotta per distrazione, omessa dichiarazione dei redditi, nonché detenzione, diffusione e installazione abusiva di apparecchiature e altri mezzi atti a intercettare o interrompere comunicazioni informatiche o telematiche.

Quella di stamane, dunque, fa parte di un’inchiesta coordinata da Eurojust – l’agenzia dell’Unione europea per la cooperazione giudiziaria penale – che coinvolge quattro uffici inquirenti: Napoli, Lecce, Riga (Lettonia) e Vilnius (Lituania).