Sorrento, con la scusa di offrirle un drink violentò in piena notte una turista: arrestato 32enne

Sorrento, con la scusa di offrirle un drink violentò in piena notte una turista: arrestato 32enne

SORRENTO – Arrestato con l’accusa di violenza sessuale. E non solo. Questo l’epilogo dell’intervento avvenuto questa mattina a Marsala, in provincia di


SORRENTO – Arrestato con l’accusa di violenza sessuale. E non solo. Questo l’epilogo dell’intervento avvenuto questa mattina a Marsala, in provincia di Trapani, da parte dei Carabinieri della Compagnia di Sorrento. In esecuzione di un’ordinanza di applicazione di misura cautelare della custodia in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Torre Annunziata su conforme richiesta di questa Procura della Repubblica, i militari dell’Arma hanno arrestato un 32enne di origini tunisine gravemente indiziato dei reati di violenza sessuale e lesioni personali aggravate ai danni di una giovane donna straniera presente in Costiera Sorrentina per motivi turistici.

I fatti avvennero a Sorrento nel luglio delo scorso anno. Le indagini condotte dai militari della Stazione Carabinieri di Sorrento e coordinate da questa Procura della Repubblica, venivano avviate quando la donna trovò il coraggio di denunciare di essere stata vittima di una violenza sessuale subita in piena notte, per strada, da parte di un uomo che aveva appena conosciuto.

Le forze dell’ordine, dopo aver ottenuto tutte le informazioni dalla vittima, riuscivano a risalire all’identità del presunto autore della violenza sessuale e successivamente, grazie all’acquisizione di testimonianze e all’analisi di video ripresi dai sistemi di videosorveglianza pubblici e privati, a ricostruire con precisione la dinamica dell’evento.

L’autore del reato, con il pretesto di un invito a bere un drink, avrebbe convinto la vittima a seguirlo e, approfittando dell’ora notturna e dell’assenza di persone, avrebbe costretto con violenza la donna a subire atti sessuali contro la sua volontà.

Le indagini hanno consentito di acquisire un grave quadro indiziario a carico dell’indagato: quest’ultimo, all’epoca dei fatti dipendente di un’attività commerciale di Sorrento, è stato individuato e raggiunto dai militari operanti a Marsala dove si è proceduto al suo arresto.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato trasferito nel carcere Casa Santa di Trapani.