Stellantis, incontro con i sindacati dopo la tragedia di Pratola Serra: l’azione congiunta

Stellantis, incontro con i sindacati dopo la tragedia di Pratola Serra: l’azione congiunta

“Chiederemo di muoverci in una logica di corresponsabilità a cui anche Stellantis deve sentirsi vincolata”, spiegano i sindacati


Nella serata di ieri, lunedì 26 febbraio, si è tenuto un incontro con i sindacati in merito all’incidente avvenuto nello stabilimento Stellantis di Pratola Serra (Avellino), dove Domenico Fatigati – originario di Acerra e operaio di una ditta esterna foggiana – ha perso la vita.

Il dramma dello scorso 22 febbraio mette alla luce la grave piaga che tocca i lavoratori delle ditte in appalto che, purtroppo, non sono tutelati a tutto campo in tema di sicurezza.

Sicurezza sul lavoro, la nota dei sindacati

Le organizzazioni sindacali hanno condiviso l’opportunità di intraprendere delle azioni comuni, al fine di sensibilizzare le ditte appaltatrici al massimo rispetto e al rigore nella concreta applicazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro.

Qui, a seguire, la nota dichiarazione di Fim-Fiom-Uilm-Fismic-Ugim:

Chiederemo di muoverci in una logica di corresponsabilità a cui anche Stellantis deve sentirsi vincolata. Si sono analizzate alcune proposte operative e lunedi 18 marzo sarà riconvocato il tavolo al fine di ricercare le condizioni per un piano operativo comune. Anche un solo incidente mortale sul lavoro è una sconfitta per tutti e deve rappresentare un monito a rimuovere le cause che possono averlo determinato”.

ARTICOLO CORRELATO: “Lutto cittadino ad Acerra per i funerali di Domenico Fatigati, l’operaio morto nello stabilimento Stellantis di Pratola Serra