Strage a Gaza, Israele apre il fuoco sui civili in attesa di aiuti umanitari: oltre 100 morti

Strage a Gaza, Israele apre il fuoco sui civili in attesa di aiuti umanitari: oltre 100 morti

Gli israeliani hanno ammesso di aver aperto il fuoco sulla folla, ritenendosi minacciati


Secondo fonti palestinesi, almeno 104 persone sono state uccise e oltre 700 sono rimaste ferite durante la calca e la sparatoria avvenuta con le forze israeliane. Alcuni testimoni oculari hanno raccontato che la violenza è esplosa quando migliaia di persone disperate per trovare cibo si sono riversate verso i camion degli aiuti nella rotonda occidentale di Nabuls. Qui è dove i soldati hanno aperto il fuoco perché la folla si stava avvicinando troppo ai carri armati dell’esercito israeliano che scortavano i convogli di aiuti.
I morti e i feriti sono stati trasportati negli ospedali ancora funzionanti di Gaza, ma il personale medico sono è stato sopraffatto dall’afflusso di pazienti. Il portavoce del ministero della Sanità ha accusato le forze di occupazione di aver preso di mira i cittadini durante il raduno.
Ad oggi, secondo il bilancio fornito da Hamas, le vittime civili del conflitto sono arrivate a trentamila.