Kvara, prima zittisce, e poi il gesto “sto qui”: situazione rinnovo

Kvara, prima zittisce, e poi il gesto “sto qui”: situazione rinnovo

Stessa porta, stesso boato, stessa avversaria, ma esultanza diversa. In quel 5-1 dell’anno scorso al Maradona contro la stessa Juventus, Kvara esulta


Stessa porta, stesso boato, stessa avversaria, ma esultanza diversa.

In quel 5-1 dell’anno scorso al Maradona contro la stessa Juventus, Kvara esulta tremendamente, scivolando sulle ginocchia e ipotecando il risultato già nel primo tempo che va a chiarire un’annata favolosa terminatasi con l’alzata del tricolore. Questa volta, segna ancora nel primo tempo, ma l’esultanza parla chiaro. Il rinnovo di Kvara ad oggi sembra essere un emblema. Tra le discussioni, le dichiarazioni di Mamuka Jugeli, i club che virano sul georgiano, Khvicha risponde con un “io sono qui”. Ok, per adesso. E poi? Arriverà il rinnovo?

Il gesto sembra confermare le parole del padre: «Sono felicissimo dello scudetto del Napoli e che mio figlio Khvicha abbia contribuito a vincerlo. Ringrazio l’Italia e Napoli per averlo accolto e apprezzato come persona, oltre che calciatore. Solo lui potrà scegliere se restare a Napoli in futuro e io rispetterò ogni sua decisione. Secondo me deciderà di continuare a vestire la maglia del Napoli».

De Laurentiis farà di tutto per accontentarlo e per vederlo gioire ancora con la maglia azzurra. Del rinnovo probabilmente si parlerà solo a fine stagione, ma sembrano esserci i presupposti da entrambi le parti per proseguire con la permanenza del georgiano in terra campana.