Napoli, 21enne accoltellato al collo alla fermata della metropolitana: arrestato 57enne

Napoli, 21enne accoltellato al collo alla fermata della metropolitana: arrestato 57enne

La vittima ha raccontato che l’aggressore, descritto come “un vecchio con il pizzetto”, lo ha accoltellato alla gola mentre gridava in napoletano “ragazzi state facendo a botte, ora vi accoltello”


NAPOLI – Un uomo di 57 anni è stato arrestato dai carabinieri della compagnia Vomero di Napoli, su disposizione della procura, per aver tentato di uccidere un giovane di 21 anni con un coltello da cucina seghettato. Il provvedimento, emesso dal PM Antonella Fratello e convalidato dal giudice, ha disposto il carcere per l’indagato. I fatti risalgono al 29 febbraio, quando il 57enne avrebbe attaccato il giovane alla fermata della metropolitana di Montedonzelli, sferrandogli un fendente al collo per vendicare il nipote coinvolto in una rissa.

La vittima ha raccontato che l’aggressore, descritto come “un vecchio con il pizzetto”, lo ha accoltellato alla gola mentre gridava in napoletano “ragazzi state facendo a botte, ora vi accoltello”, la versione è stata ulteriormente confermata da un amico della vittima presente durante l’attacco.

Il gip di Napoli ha convalidato l’arresto e disposto la custodia cautelare in carcere, ritenendo che l’uomo potesse darsi alla fuga, essendosi reso irreperibile in un primo momento. Subito dopo, l’indagato si è presentato alle autorità per fornire una versione dei fatti divergente da quella emersa dall’inchiesta dei carabinieri.