No all’alcol per i barbecue di pasquetta: l’appello dell’ospedale Cardarelli di Napoli

No all’alcol per i barbecue di pasquetta: l’appello dell’ospedale Cardarelli di Napoli

“È una pratica pericolosissima che ogni anno causa danni, permanenti e non, a moltissime persone”, spiega il primario Villani


NAPOLI – L’ospedale Cardarelli di Napoli, per l’avvicinarsi della pasquetta, lancia ai giovani e alle famiglie un appello per la loro sicurezza: “non spruzzate alcol sulle fiamme o su carboni che paiono non in combustione, si rischia la vita”. Non è raro che al reparto grandi ustionati, nel periodo di pasquetta, vengano ricoverate persone che riportano ferite dovute all’accensione di fuochi con sostanze infiammabili. Solo nel 2023, infatti, ci sono stati 6 casi di decesso e oltre 30 feriti.

“La Pasquetta è sempre un momento di grande gioia e spensieratezza che avvicina le famiglie e gli amici, ma basta una sciocchezza come l’utilizzo dell’alcol sulle fiamme per causare gravi danni permanenti e, in alcuni casi, la morte” – dice Romolo Villani primario del reparto Terapia Intensiva Grandi Ustionati del Cardarelli.