Scampia, Comitato Vele non coinvolto in delibera del Comune: “Vi aspettiamo al varco”

Scampia, Comitato Vele non coinvolto in delibera del Comune: “Vi aspettiamo al varco”

Aria di protesta nel quartiere Scampia, la nota: “Qualsiasi accelerazione troverà sempre la nostra ferma opposizione”


NAPOLI – A Scampia, quartiere situato nell’area nord della città, c’è un clima di protesta in merito alla delibera su nuovi alloggi presentata dal Comune di Napoli.

A darne voce è il Comitato Vele che, non coinvolto nel provvedimento, asserisce:

Non è mai accaduto nella storia decennale del Comitato vele di Scampia che di un passaggio così importante gli esponenti del comitato non fossero informati.”

Il Comitato Vele non coinvolto in delibera, la nota

Il Comitato, attraverso un comunicato ha dichiarato: “Abbiamo appreso solo dalla stampa dell’approvazione in giunta della delibera che mette a punto il piano per le assegnazioni dei nuovi alloggi, tra i quali anche quelli che sostituiranno le vele di Scampia destinate all’abbattimento. Abbiamo avuto alcuni confronti, anche molto duri, nelle ultime settimane con l’amministrazione comunale.”

Nella nota si chiarisce che l’ultima versione della delibera era stata presentata come un’ulteriore bozza su cui “avremmo dovuto fare i dovuti approfondimenti, trattandosi di questioni che riguardano il destino di centinaia di famiglie e dal momento che la nostra esperienza ci insegna che al di là delle norme e delle carte, ogni passaggio di ogni delibera va verificato con attenzione e cura, immaginando ogni possibilità di applicazione in modo che nessuno resti fuori“.

In conclusione: “L’amministrazione ha scelto di andare avanti, senza ulteriori confronti. Ne prendiamo atto. Come prendiamo atto che ogni volta che questi signori si espongono sulla stampa a proposito della vicenda “Vele” si guardano bene dal citare il ruolo del comitato e al massimo parlano di un astratta interlocuzione con il territorio. Come ormai sanno anche le pietre, nessuna vela sarebbe stata abbattuta e nessuna vela verrà abbattuta se questo processo non viene condiviso passo passo con gli abitanti. Qualsiasi accelerazione troverà sempre la nostra ferma opposizione.”