Sicurezza negli ospedali di Napoli: nei Pronto Soccorso tornano i telefoni “punto a punto”

Sicurezza negli ospedali di Napoli: nei Pronto Soccorso tornano i telefoni “punto a punto”

All’operatore basterà alzare la cornetta per entrare in contatto con le forze dell’ordine


NAPOLI – Tornano i telefoni “punto a punto” negli ospedali di Napoli. La decisione del Prefetto Michele Di Bari a margine di una riunione sulla sicurezza alla quale hanno partecipato l’Assessore alla Legalità e alla Polizia Locale del Comune di Napoli, il Questore, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza e i Direttori degli ospedali CTO e Villa Betania. Proprio in queste due strutture, infatti, si è assistito in tempi recenti a numerosi episodi di violenza, con danneggiamenti ai Pronto Soccorso e aggressioni a personale sanitario e guardie giurate.

Ecco perché, dopo i drappelli di polizia ritornati dopo anni di assenza, tornano nuovamente i telefoni “punto a punto”: si tratta di apparecchi speciali per i quali basta soltanto alzare la cornetta per essere collegati con le forze dell’ordine. Un elemento di sicurezza ulteriore per il personale sanitario spesso costretto a lavorare in condizioni troppo difficili.