Accusato di omicidio e lesioni colpose: a processo il chirurgo che operò anche Angela Iannotta

Accusato di omicidio e lesioni colpose: a processo il chirurgo che operò anche Angela Iannotta

Dovrà rispondere di omicidio colposo per il decesso di un uomo avvenuto dopo essere stato operato per un tumore


l giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Santa Maria Capua Vetere Daniela Vecchiarelli ha rinviato a giudizio il chirurgo bariatrico Stefano Cristiano per due presunti casi di malasanità avvenuti alla Clinica Villa del Sole di Caserta, entrambi relativi a due operazioni allo stomaco effettuate dal professionista; la prima riguardante la 30enne di Santa Maria Capua Vetere Angela Iannotta, ridotta in fin di vita dopo un intervento di bypass gastrico cui si era sottoposta per dimagrire, l’altra concernente il 69enne Francesco Di Vilio, morto dopo essere stato operato per un tumore.

Cristiano risponde di lesioni colpose gravi e di falso per la vicenda della Iannotta e di omicidio colposo per il decesso di Di Vilio. Nel processo, che partirà l’11 giugno prossimo al tribunale di Santa Maria Capua Vetere, compare come responsabile civile anche la clinica Villa del Sole, citata dai difensori delle vittime, gli avvocati Raffaele e Gaetano Crisileo.