Campania, Padre Sciaraffa aggredito in carcere: “Sono addolorato, ma li perdono”

Campania, Padre Sciaraffa aggredito in carcere: “Sono addolorato, ma li perdono”

Le dichiarazioni del sacerdote volontario nel carcere avellinese


AVELLINO – Dopo l’aggressione di ieri pomeriggio da parte di alcuni detenuti del carcere di Bellizzi Irpino, in provincia di Avellino, il sacerdote avellinese Christian Sciaraffa ha dichiarato: “Sono ancora molto provato e dispiaciuto, ma perdono i detenuti che mi hanno picchiato senza motivo”. L’aggressione era avvenuta nella sezione transito dell’istituto detentivo, e ha coinvolto anche un’ispettrice intervenuta per aiutarlo.

“Il dramma dei carcerati è la condizione di abbandono e disperazione in cui vivono”, spiega padre Sciaraffa, sottolineando il ruolo di conforto e fede che lui e altri sacerdoti svolgono tra le sbarre. Nonostante le difficoltà e gli atti di ostilità subiti in passato, padre Sciaraffa sceglie di perdonare i suoi aggressori, ribadendo la sua missione di portare speranza e carità anche nei luoghi di maggiore disagio e sofferenza.