Campania, ricattava l’amica per non diffondere video a luci rosse: 58enne a processo

Campania, ricattava l’amica per non diffondere video a luci rosse: 58enne a processo

La vittima avrebbe consegnato circa 6000 euro alla 58enne, ma del video in questione non c’è traccia


SALERNO – Una donna di 58 anni di Cava de’ Tirreni si trova sotto processo con rito immediato per due episodi di estorsione, accusata di aver minacciato una sua amica più anziana di divulgare foto e video intimi a meno che non le fossero stati consegnati soldi. La denuncia della vittima afferma che la donna avrebbe ottenuto almeno 6000 euro tra giugno scorso e gennaio di quest’anno, anche se il video minaccioso non esisteva.

Secondo la versione della vittima,  la donna avrebbe utilizzato le foto e i video intimi per costringere la sua amica a consegnarle soldi, minacciando azioni legali se non avesse ottemperato alle richieste. La vittima, temendo conseguenze giuridiche, ha consegnato regolarmente i soldi richiesti, accumulando una somma significativa nel corso dei mesi.

Tuttavia, dopo che la donna ha chiesto ulteriori 200 euro poco prima che un provvedimento giudiziario fosse emesso nei suoi confronti, l’amica ha deciso di rivolgersi ai carabinieri. Insieme, hanno organizzato una trappola per incastrare la 58enne. Dopo l’avvenuto pagamento, la donna è stata arrestata in flagranza di reato e successivamente è stata posta ai domiciliari con divieto di avvicinamento alla vittima.

Durante l’interrogatorio, la donna ha confessato i suoi atti, e ora il caso è giunto al processo.