Corruzione: arrestato il sindaco dimissionario di Avellino Gianluca Festa

Corruzione: arrestato il sindaco dimissionario di Avellino Gianluca Festa

Ai domiciliari l’ex primo cittadino. Perquisita l’abitazione della vice Laura Nargi


AVELLINO – I carabinieri di Avellino hanno arrestato e messo ai domiciliari il sindaco dimissionario Gianluca Festa. Stesso epilogo anche per l’ex dirigente comunale la dirigente comunale Filomena Smiraglia e l’architetto Fabio Guerriero, titolare di uno studio di architettura e fratello del consigliere comunale Diego Guerriero. Perquisizioni anche nei confronti della vice sindaco Laura Nargi.

La procura di Avellino contesta, a vario titolo, i reati di associazione a delinquere finalizzata a reati contro la pubblica amministrazione, corruzione, falso, depistaggio, rivelazione di segreti, peculato e induzione indebita a dare e promettere utilità.

A notificare i provvedimenti sono stati i militari del reparto operativo del nucleo investigativo di Avellino e della sezione di polizia giudiziaria della Guardia di Finanza, che insieme ai carabinieri stanno effettuando perquisizioni negli uffici e nelle abitazioni degli indagati.

Nell’ambito dell’indagine coordinata dall’ufficio inquirente di Avellino risultano indagati, oltre alla vice sindaco Laura Nargi, anche il consigliere Diego Guerriero, capogruppo Viva la Libertà, lista civica a sostegno di Festa, un altro dirigente comunale, i fratelli Canonico, presidente e commercialista della DelFes, squadra di basket serie B, riconducibile a Festa, che, secondo gli investigatori avrebbe ottenuto sponsorizzazioni da imprese assegnatarie di appalti e affidamenti dal comune di Avellino.