Empoli-Napoli, Calzona: “Squadra molle, colpa mia. Chiedo scusa ai tifosi”

Empoli-Napoli, Calzona: “Squadra molle, colpa mia. Chiedo scusa ai tifosi”

Il tecnico azzurro si assume tutte le responsabilità in conferenza.


Dopo la sconfitta con l’Empoli, l’allenatore del Napoli si assume tutte le responsabilità:

L’approccio alla partita è stato feroce da parte dell’Empoli mentre noi siamo entrati in campo molli e timidi. Questa cosa è inconcepibile, ma la responsabilità è mia che non sono riuscito a comunicare alla squadra la voglia di arrivare il più lontano possibile. Quando sono arrivato non pensavo di trovare una situazione così, ora bisogna lavorare sull’orgoglio. Siamo troppo leziosi, e il problema della mancanza di rabbia per riconquistare la palla ce lo portiamo dietro da quando sono arrivato. La colpa è mia, non sono riuscito a far capire quanto sia importante il recupero alto della palla. Il potenziale offensivo è importante, ma bisogna stare su per sfruttarlo. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio ma senza mai tirare in porta“.

Poi sulla contestazione dei tifosi: “La contestazione dei tifosi è giusta. Chiedo scusa a loro, a tutti quelli che fanno sacrifici per sostenerci, che fanno chilometri per essere qui. La contestazione ci sta tutta, dobbiamo aspettarla

Champions?

Se non vinci le partite e addirittura le perdi, inutile parlarne. Ma abbiamo tutti gli elementi per poter fare bene, non ci stiamo riuscendo e questo mi dispiace“.