Empoli, Napoli e quel maledetto aprile di due anni fa

Empoli, Napoli e quel maledetto aprile di due anni fa

Nelle ultime sedici gare, nonostante lo spessore dei campani sia superiore, i dati dicono ciò: 7 vittorie per il Napoli, 6 da parte dell’Empoli e 3 pareggi.


Empoli e Napoli hanno un passato che le accomuna. Tanti sono i calciatori passati per entrambe le compagini. Basta pensare all’annata in cui arrivò Maurizio Sarri, dall’Empoli, e insieme a lui mezza squadra (Mario Rui, Hysaj, Valdifiori, Zielinski, Tonelli, Verdi e altri).

I toscani sfornano talenti in continuazione, classificandosi tra i primi settori giovanili italiani. Sfornano però, anche grandissime prestazioni contro i partenopei. Nelle ultime sedici gare, nonostante lo spessore dei campani sia superiore, i dati dicono ciò: 7 vittorie per il Napoli, 6 da parte dell’Empoli e 3 pareggi. Una sfida che sembra essere equa.

2 anni fa, il 24 aprile, si sfidavano Empoli e Napoli, una gara valida per la corsa verso il titolo degli uomini di Spalletti al suo primo anno. La sorte fu pesantissima. Gli uomini di Andreazzoli si imposero rimontando uno 0-2 in un rocambolesco 3-2 negli ultimi 10 minuti, annientando il sogno tricolore.

2 anni dopo, la situazione è la stessa, ma gli azzurri non corrono verso il titolo, ma corrono verso l’ultima speranza che porta ad un sogno Champions, ormai quasi smarrito. I toscani invece, sono sull’orlo del precipizio, e hanno bisogno di punti sacrosanti per salvarsi.

Ancora una volta, a sfidarsi con loro sarà un altro ex Empoli, Calzona, che ha accompagnato Sarri nei suoi anni in Toscana. Stavolta, tutti e 90 minuti devono essere giocati come fossero quelli di recupero. Riuscirà il tecnico di Vibo Valentia a salvare all’ultimo una stagione fallimentare?