Ex agente Koulibaly: “Non lavoro più col Napoli, giocatori prigionieri del club. Sul post Osimhen…”

Ex agente Koulibaly: “Non lavoro più col Napoli, giocatori prigionieri del club. Sul post Osimhen…”

L’agente, durante un’intervista, ‘attacca’ il Napoli.


Bruno Satin, ex agente di Kalidou Koulibaly, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss:

“Io non lavoro più col Napoli perché ho avuto qualche problema. Gli azzurri hanno una struttura difficile con cui rapportarsi, come ad esempio Chiavelli. Il presidente vuole sempre stravincere in fase di trattativa, e credo che oggi tutti i procuratori sanno che se metti un calciatore al Napoli non hai più nessuna forza contrattuale. Questo può magari incidere sulle scelte dei calciatori, perché anche se arrivano grandi proposte da club blasonati alla fine si rischia di rimanere prigionieri del Napoli”.

Invece sull’erede di Oshimen:

“David ha solo un anno di contratto ancora con il Lille, quindi la squadra francese dovrebbe venderlo. All’epoca del suo acquisto fu pagato 25 milioni, ed ora non partirebbe per meno di 40 milioni, perché le squadre inglesi potrebbero puntare su di lui ed ovviamente a questi costi la Premier ha più facilità di spesa. Lui è canadese ed ovviamente andrebbe tranquillamente in quel campionato, perché è uno dei più ambiti. Il dopo Mbappé per il Paris Saint Germain può tranquillamente essere Osimhen, perché i parigini hanno bisogno di un centravanti di livello visto che Ramos e Kolo Muani non si sono dimostrati all’altezza. Magari uno dei due potrebbe essere proposto al Napoli per abbassare la clausola rescissoria, però hanno degli ingaggi molto elevati e quindi non so se rientrano nei parametri del Napoli. Ramos è rappresentato da Jorge Mendes che ha un ottimo rapporto con De Laurentiis. Però occhio anche a Leao del Milan, perché potrebbe essere un calciatore sul quale poter puntare. L’anno scorso il PSG puntava Thuram ma il calciatore preferì l’Inter e quindi difficile che si possa ritornare a pensare a questo calciatore”.