Giugliano-Casertana, mister Bertotto: “Campionato incredibile, Ciuferri davvero strepitoso”. Cangelosi e Curcio: “Mancato il raddoppio, sabato puntiamo alla vittoria poi penseremo ai playoff”

Giugliano-Casertana, mister Bertotto: “Campionato incredibile, Ciuferri davvero strepitoso”. Cangelosi e Curcio: “Mancato il raddoppio, sabato puntiamo alla vittoria poi penseremo ai playoff”

Il primo a parlare in sala stampa al De Cristofaro di Giugliano dopo il pareggio per 1-1 contro la Casertana è il


Il primo a parlare in sala stampa al De Cristofaro di Giugliano dopo il pareggio per 1-1 contro la Casertana è il tecnico di casa Bertotto: “Stiamo disputando un ottimo campionato, stiamo facendo benissimo e c’è da fare solo i complimenti a tutta la squadra. C’è un grande rammarico per non aver vinto ma abbiamo giocato bene e questo ci rincuora anche perché la scorsa gara è stata negativa. La distanza dai falchetti in classifica? Non ha senso parlarne, hanno raccolto più punti, noi siamo più giovani, abbiamo iniziato in salita ma siamo sempre rimasti nell’élite di un girone davvero incredibile sia in coda che nelle zone più alte. Peccato non averla chiusa perché abbiamo avuto tantissime palle gol. La Casertana è una società solida, una squadra molto forte e blasonata. Sì, nel primo tempo avevano più impatto seppur concretizzando poco ma cambiando nella ripresa ho ritrovato smalto e concretezza. L’unica cosa che ci è mancata per vincere è stata gonfiare la rete, tutto qui, abbiamo avuto tre occasioni da rete incredibili anche con Salvemini ed è stato un peccato non trovare il raddoppio. La mia carriera in serie A tra campionati, Europa, Champions è molto di ispirazione per il mio ruolo e la passione che da sempre ho nel calcio. C’è conoscenza della materia in primis, poi ciò che penso e sento lo traslo qui. C’era da portare qui il mio know-how e abbiamo chiuso il cerchio grazie alla grande fiducia accordatami in vista dei playoff”.

A fargli eco mister Cangelosi: “Ci è mancato concretizzare le occasioni create, soprattutto nel primo tempo, mi sono assunto dei rischi ma è normale che sia così contro un’ottima squadra come il Giugliano. Sabato sappiamo bene che ci aspetta una sfida importante per migliorare la nostra classifica e daremo come sempre il massimo per portare a casa l’intera posta in palio. Abbiamo sofferto nella ripresa? Ci sono gli avversari, è giusto che sia così. Loro quando sono andati in svantaggio hanno provato il tutto per tutto, pareggiando su un nostro errore. Le ripartenze le hanno avute sulla nostra voglia di vincerla. Vincere stasera ci avrebbe dato la possibilità di stare un po’ più tranquilli per blindare già almeno il quarto posto ma sapevamo sarebbero state gare difficili, il computo è più che positivo. I playoff sono sempre difficili, anche all’inizio giocare le gare secche sarà complesso ma cercheremo di fare sempre il massimo per fare quanto di meglio possibili, ci sono tantissime componenti come la fortuna, gli episodi e anche le defezioni. Proietti? Sono sempre felice di vederlo in campo anche se è stato rischioso per gestire meglio la palla a centrocampo, positivo anche il ritorno di Fabbri in panchina ma non è ancora pronto per giocare. Montalto? Ha accusato un problema muscolare e ho preferito non rischiarlo per preservarlo nelle prossime partite”.

A parlare anche l’attaccante della Casertana Alessio Curcio: “Sto bene in questo periodo, sono molto carico, sabato abbiamo una gara fondamentale e vedremo dove saremo collocati nella griglia. I playoff si giocano per vincerli, dovrebbe essere un gioco più aperto per tutte che ci strizza l’occhio ma non è ancora il momento per pensarci. Penso che i miei compagni, anche chi gioca molto meno, in settimana fanno un lavoro molto importante, bisogna guardare alle prestazioni e non ai gol o ai numeri soltanto. Considerando come siamo partiti, abbiamo disputato un ottimo campionato e daremo il massimo fino alla fine. Ringraziamo anche i tifosi che ci sono stati sempre vicino in tutto l’arco della stagione e ci danno sempre una spinta in più per dare il massimo. Casertana mina vagante? Sì, siamo assolutamente una realtà ma abbiamo prima il match contro il Sorrento a cui pensare, stop, poi si vedrà”.