Muore folgorato nel cantiere mentre guida un’autopompa: Filippo avrebbe dovuto sposarsi

Muore folgorato nel cantiere mentre guida un’autopompa: Filippo avrebbe dovuto sposarsi

Inutile l’arrivo dei soccorsi: il giovane è deceduto sul colpo


CASERTANO – È folgorato nel cantiere dove stava lavorando. Una tragedia improvvisa, la morte improvvisa di Filippo, un 33enne di Maddaloni. Era impegnato all’interno di un cantiere edile in via Fiume Morto, a Cancello Arnone, quando è rimasto folgorato mentre guidava un’autopompa per la gettata del cemento. Era salito sul mezzo, come spesso faceva. Quella, infatti, era l’azienda di famiglia e lui ne era parte attiva: stava effettuando una manovra per posizionarne il braccio per le operazioni di scarico quando è rimasto letteralmente folgorato da una scossa elettrica ed è morto sul colpo.

Immediato ma purtroppo inutile l’arrivo del personale di un’ambulanza del 118 e, contestualmente, dei Vigili del Fuoco: per il 33enne non c’è stato nulla da fare.

Filippo avrebbe dovuto sposarsi tra poco.