Napoli, accusato di rapina e violenza: 30enne in manette

Napoli, accusato di rapina e violenza: 30enne in manette

L’attività espletata dagli agenti del Commissariato di Pozzuoli ha permesso di delineare un grave quadro indiziario a carico del giovane


Per delega del Procuratore della Repubblica, si comunica che, sabato scorso, la Polizia di Stato ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli, su richiesta della Procura della Repubblica di Napoli, nei confronti di un 30enne, già gravato da precedenti penali, ritenuto gravemente indiziato di rapina, poiché lo scorso 13 gennaio, al fine di procurarsi un ingiusto profitto, con violenza aveva colpito la parte offesa con uno schiaffo al volto impossessandosi del portafogli contenente 250 euro, una carta di identità, patente di guida, una tessera sanitaria e una carta di credito prepagata che la vittima deteneva nella tasca posteriore dei pantaloni.
L’attività espletata dagli agenti del Commissariato di Pozzuoli ha permesso di delineare un grave quadro indiziario a carico del giovane.
II provvedimento restrittivo eseguito è una misura cautelare disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione ed i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini, quindi, presunte innocenti fino a sentenza definitiva.