Napoli, perde una scarpa dopo aver commesso una rapina: identificato e arrestato

Napoli, perde una scarpa dopo aver commesso una rapina: identificato e arrestato

In manette anche il complice: i due trovati grazie alle testimonianze delle vittime e alla videosorveglianza


NAPOLI – Una rapina violenta, commessa dopo una colluttazione. Una scarpa persa nella fuga, elemento che servirà alla sua identificazione. È stato arrestato insieme al suo complice un uomo che aveva appena messo a segno una rapina ai danni di una donna in via Tasso.

Ad intervenire sono stati gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, durante il servizio di controllo del territorio, a seguito di una nota pervenuta alla locale Sala Operativa

Gli operatori, giunti immediatamente sul posto, hanno notato una coppia in evidente stato di agitazione ed hanno accertato che la signora, poco prima, all’esterno dell’auto guidata dal nipote, era stata aggredita.

Un uomo, dopo averle strappato la sua borsa e quelle con gli acquisti appena fatti, l’aveva infatti trascinata e colpita con calci e pugni per alcuni metri ma la stessa era riuscita a sfilare una scarpa al suo aggressore.

Il nipote, sentite le urla della zia, era intervenuto nel tentativo di fermare l’uomo ma un altro uomo, dopo essersi frapposto tra i due, gli aveva puntato un oggetto contundente all’addome per farlo desistere. I rapinatori erano così riusciti a dileguarsi con la refurtiva, lasciando però sul luogo della rapina la scarpa.

Grazie alle descrizioni fornite e alla visione delle immagini delle telecamere di sorveglianza presenti in zona, gli agenti del Commissariato Pianura hanno intercettato in via Giustiniano l’auto utilizzata per la rapina: dopo un breve inseguimento, è stata bloccata con l’ausilio degli agenti del Commissariato Posillipo.

I poliziotti hanno subito notato che uno dei due occupanti era senza una scarpa e che l’altra era compatibile per modello, numero e colori a quella lasciata sul luogo della rapina. I due sono stati poi trovati in possesso di 560 euro e di un ferro da uncinetto, mentre nel baule della macchina sono state trovate la borsa e le buste con l’abbigliamento asportate poco prima.

Per questo motivo i due, un 25enne ed un 42enne napoletani, quest’ultimo con precedenti di polizia, anche specifici, sono stati arrestati per rapina aggravata e lesioni. La refurtiva è stata riconsegnata alla donna.