Necropoli preromana rinvenuta durante lo scavo della nuova linea ferroviaria AV Napoli-Bari

Necropoli preromana rinvenuta durante lo scavo della nuova linea ferroviaria AV Napoli-Bari

I lavori per la linea dell’alta velocità che collegherà Napoli a Bari hanno fatto emergere le tombe con ricchi corredi funebri al loro interno


BENEVENTO –  La Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio (Sabap) per le province di Caserta e Benevento ha annunciato lo straordinario ritrovamento di una necropoli di epoca preromana nel comune della Valle Telesina, a Benevento, durante i lavori per la costruzione della stazione elettrica di Terna spa.

L’area archeologica, caratterizzata da ricchi corredi funebri, è stata scoperta in seguito alle attività di indagine preventiva e di scavo archeologico nell’ambito del progetto di connessione alla Rete Ferroviaria Italiana per l’Alta Velocità Napoli-Bari. La necropoli, risalente al periodo finale dell’età del Ferro e all’età orientalizzante, comprende 88 sepolture distribuite su una superficie di circa 13.000 metri quadrati e presenta una varietà di corredi funerari che riflettono le differenze di genere e lo status sociale delle persone sepolte.

In particolare, sono emerse due grandi sepolture a tumulo appartenenti all’élite della società dell’epoca, evidenziate da imponenti circoli con un diametro di circa 15 metri. La Soprintendenza ha avviato un vasto progetto di studio e documentazione delle scoperte, supportato da Terna Spa, al fine di approfondire la comprensione di questa straordinaria scoperta archeologica.