Parete, lite condominiale culmina in tragedia: Sebastiano morto a 60 anni. Fermato l’assassino

Parete, lite condominiale culmina in tragedia: Sebastiano morto a 60 anni. Fermato l’assassino

Secondo quanto riportato dalle autorità, la disputa è scoppiata intorno alle 16 nel parcheggio interno del condominio, a causa di dissidi legati alla gestione dei posti auto


Una lite tra vicini di condominio ha avuto un epilogo tragico questa settimana a Parete, nel Casertano. La vittima, un uomo di 60 anni di nome Sebastiano Tessitore, è stato ucciso a colpi di pistola dal suo vicino di 74 anni, identificato come Armando Ortodosso, che è stato immediatamente fermato dai Carabinieri intervenuti sul posto.

Secondo quanto riportato dalle autorità, la disputa è scoppiata intorno alle 16 nel parcheggio interno del condominio, a causa di dissidi legati alla gestione dei posti auto. Tessitore è stato colpito da almeno tre proiettili sparati da breve distanza. L’arma del delitto, una pistola calibro nove, è stata ritrovata e sequestrata dai Carabinieri.

L’escalation violenta sarebbe stata preceduta da una serie di scambi di insulti e minacce legati a un’auto parcheggiata male. Non si tratta, secondo alcune voci, del primo alterco tra i due vicini.

Armando Ortodosso è stato portato in caserma per essere interrogato. Le forze dell’ordine affermano che l’uomo è stato collaborativo fin dall’arrivo dei militari sul posto e non ha opposto resistenza. È attualmente indagato per omicidio volontario aggravato dai futili motivi. La comunità locale è sotto shock per l’accaduto.