Pozzuoli, follia in ospedale: paziente picchia una Oss e il marito distrugge il pronto soccorso

Pozzuoli, follia in ospedale: paziente picchia una Oss e il marito distrugge il pronto soccorso

L’operatrice è stata spinta contro una porta di ferro riportando un trauma cranico


POZZUOLI – Pronto soccorso distrutto e Oss aggredita. È l’ennesima pagina di violenza scritta all’interno di una struttura sanitaria della Campania. Questa volta il teatro dell’aggressione il pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli dove questa notte, intorno alle 2, è arrivata una donna in compagnia del marito. Era lì per una colica renale e veniva assistita come da protocollo come codice verde, quindi non grave. Dopo pochi minuti però il marito della donna, già visibilmente spazientito all’arrivo in ospedale, ha iniziato a dare in escandescenze distruggendo tutto ciò che c’era nella sala d’attesa del nosocomio puteolano. Nel caos, viene aggredita violentemente una operatrice socio sanitaria: quest’ultima, infatti, sarebbe stata sbattuta dalla donna contro la porta di ferro del codice rosso riportando un trauma cranico.

“Siamo esausti – hanno denunciato i rappresentanti dell’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate – presto non ci sarà più nessuno che vorrà lavorare per l’emergenza territoriale. Ci sono trogloditi con i quali si fa fatica anche a parlare, figuriamoci spiegare tecniche di de-escalation: loro comprendono solo le denunce e il carcere”.