Sorrento, dalla truffa del finto corriere alla rapina di soldi e gioielli: 45enne finisce in carcere

Sorrento, dalla truffa del finto corriere alla rapina di soldi e gioielli: 45enne finisce in carcere

L’intervento della figlia della vittima ha costretto l’uomo alla fuga


SORRENTO – Una truffa che diventa una vera e propria rapina. L’arresto del responsabile che evita conseguenze più gravi. In manette è finito Gaetano Conte, 45enne di Grumo Nevano già noto alle forze dell’ordine, per truffa ai danni di una 78enne.

L’uomo, con l’espediente del finto corriere, era riuscito a introdursi in casa dell’anziana convincendola a consegnargli ben 700 euro in contanti e alcuni gioielli. L’arrivo della figlia della donna ha consentito però di smascherare la truffa: nel tentativo di fermare l’uomo, però, la donna veniva spintonata e scaraventata a terra.

Da lì la fuga dell’uomo a piedi, proprio nel centro di Sorrento, e l’attenzione dei cittadini che viene attirata da questa persona. A quel punto le urla e l’intervento di un agente della polizia locale che riusciva a raggiungere il fuggitivo ingaggiando con lui una colluttazione. Provvidenziale l’arrivo dei carabinieri della stazione locale che avrebbero aiutato l’agente arrestando il 43enne.

Attualmente l’uomo è in carcere in attesa di giudizio. Deve rispondere di truffa aggravata e rapina impropria.
La donna aggredita è stata medicata dal personale medico, ha riportato lesioni giudicate guaribili in 10 giorni. Soldi e gioielli sono stati restituiti alla legittima proprietaria.