Campania, contadino aggredito e azzannato da un cinghiale mentre lavorava

Campania, contadino aggredito e azzannato da un cinghiale mentre lavorava

L’uomo è riuscito a liberarsi dell’animale solo dopo essersi gettato in un dirupo adiacente al terreno


SALERNO – Un contadino di 75 anni, nel suo terreno a Mandia, frazione di Ascea nel Parco del Cilento, stava nutrendo le sue galline in un recinto quando è stato puntato e attaccato da un cinghiale di grosse dimensioni, finendo azzannato a un braccio dall’animale aggressivo.

Dopo essersi lanciato in un dirupo sul margine del terreno per sfuggire al cinghiale, l’uomo è riuscito a liberarsi solo dopo che l’animale ha desistito e se n’è andato. La moglie del contadino e un vicino hanno chiamato il 118 per soccorrere il ferito, che è stato trasportato all’ospedale San Luca di Vallo della Lucania.

La crescente presenza di cinghiali nel Parco del Cilento ha creato un’emergenza con coltivazioni danneggiate e incidenti causati dagli ungulati che si avventurano anche nei centri abitati alla ricerca di cibo. Per gestire la situazione, sono previsti abbattimenti e interventi per limitare la presenza e i danni causati.