Campania: forte grandinata distrugge cento ettari di vigneto, danni per 1mln di euro

Campania: forte grandinata distrugge cento ettari di vigneto, danni per 1mln di euro

L’amministrazione locale ha richiesto lo stato di calamità


BENEVENTO – Una violenta grandinata ha colpito il Sannio, distruggendo cento ettari di vigneto e causando danni stimati in un milione di euro. Il comune di Castelvenere è stato tra i più colpiti, con chicchi di grandine grandi quanto nocciole che hanno devastato i raccolti.

Alfonso Scetta, consigliere comunale e agronomo di Castelvenere, ha descritto una situazione drammatica: “È ragionevole ritenere che il 50% del potenziale raccolto sia andato definitivamente perduto”. Secondo Scetta, i danni potrebbero essere ancora più gravi se i grappoli rimasti attaccati alle piante risultassero compromessi, portando la perdita fino all’80%.

L’amministrazione comunale, guidata da Alessandro Di Santo, ha chiesto alla Regione il riconoscimento dello stato di calamità. La contrada Petrara è stata particolarmente colpita, essendo una zona centrale per la viticoltura locale, ma anche altre zone limitrofe come Telese, Guardia Sanframondi e Solopaca hanno subito danni, seppur in misura minore.

Uno degli agricoltori, Giampiero Pacelli, giovane imprenditore con un’azienda di dieci ettari, ha espresso il suo dolore: “La botta è stata grande. Non saprei dire a quanto ammonti; so solo che non è di poco conto”.

Carmine Fusco, presidente della Cia provinciale, ha sottolineato la gravità della situazione: “È una calamità che rischia di mettere in ginocchio un’area fondamentale della produzione di Doc e Docg”. Gennarino Masiello, presidente provinciale e vice nazionale della Coldiretti, ha evidenziato l’importanza di sottoscrivere contratti assicurativi per proteggere le colture: “Assicurandoci tutti si ottiene anche il risultato di rendere i contratti molto meno onerosi”.