Campania: frode da 45 milioni di euro, noto imprenditore finisce ai domiciliari

Campania: frode da 45 milioni di euro, noto imprenditore finisce ai domiciliari

L’imprenditore era stato scarcerato dal Tribunale del Riesame, ma a seguito di alcuni approfondimenti, è stato posto agli arresti domiciliari


AVELLINO –  La Guardia di Finanza ha riportato agli arresti domiciliari Alfonso Oliva, amministratore dell’azienda conciaria Dgf s.r.l. di Solofra, nel contesto delle indagini sulla frode fiscale da 45 milioni di euro denominata “Operazione Bussola”. Il provvedimento è stato emesso dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Avellino su richiesta del pubblico ministero Luigi Iglio.

Oliva era stato inizialmente arrestato nell’ambito delle indagini per la frode fiscale, ma era stato successivamente scarcerato dal Tribunale del Riesame. Ora, a seguito di ulteriori approfondimenti investigativi, è stata nuovamente disposta l’ordinanza cautelare.

Le indagini della Guardia di Finanza hanno rivelato un complesso sistema di frode fiscale, riciclaggio di profitti illeciti e emissione di fatture per operazioni inesistenti. Inoltre sono stati scoperti trasferimenti di capitali tra diverse aziende, cambi di amministratore e cessioni di quote societarie al fine di mascherare le attività illecite.

Il giudice ha disposto anche un sequestro preventivo per un ammontare complessivo di circa 3 milioni di euro.