Campania, imprenditore locale minacciato con una testa di maiale appesa al cancello

Campania, imprenditore locale minacciato con una testa di maiale appesa al cancello

La zona non è nuova ad atti intimidatori simili: cinque anni fa, un altro episodio analogo


AVELLINO – Un macabro ritrovamento ha scosso un imprenditore edile di 41 anni di Montoro, nell’ Avellinese, quando, nella mattinata, ha scoperto una testa di maiale appesa al cancello della sua abitazione. L’uomo ha immediatamente allertato i carabinieri, interpretando l’atto come una chiara intimidazione.

I carabinieri della Compagnia di Solofra, insieme ai militari della Stazione di Montoro, stanno tutt’ora indagando sull’accaduto, eseguendo rilievi sul posto e raccogliendo testimonianze per comprendere se il gesto sia legato a motivi personali, criminalità organizzata o alla campagna elettorale in corso.

Attualmente non vi sono impianti di videosorveglianza nella zona, ma le forze dell’ordine stanno esaminando le immagini delle telecamere pubbliche e private vicine per individuare eventuali movimenti sospetti.

L’episodio ha suscitato grande preoccupazione tra la famiglia dell’imprenditore e gli abitanti della zona, non nuova ad atti simili. Infatti già cinque anni fa, un’intimidazione simile aveva colpito una collaboratrice di un candidato sindaco nello stesso comune.