Campi Flegrei, convocato per domani un vertice con Meloni e i ministri

Campi Flegrei, convocato per domani un vertice con Meloni e i ministri

“Stiamo allestendo, in via del tutto precauzionale, tre aree di attesa e di accoglienza nei Comuni di Napoli, Pozzuoli e Bacoli”, ha detto il prefetto di Napoli, Michele di Bari


NAPOLI – Questa volta è stato diverso. A Pozzuoli oggi lo dicono tutti. Le oltre 160 scosse – 150 dalle 19.51 alle 0,31 e altre 15 dopo lo sciame – che si sono alternate durante la notte, in primis quella da 4.4 di magnitudo, la più forte degli ultimi 40 anni, hanno messo a durissima prova chi da una vita ha a che fare con il bradisismo.

“Questa volta la paura ci ha sopraffatti ed è stato il caos” racconta Luigi. Sul Lungomare Pertini c’è chi fa footing. Ma accanto, nelle auto parcheggiate, in tantissimi hanno trascorso la notte. Ci sono giovani con i loro amici cani, ci sono anziani, ci sono bimbi. Hanno il volto segnato dalla paura, dalla rabbia prima ancora che dalla stanchezza.

La presidente del Consiglio Giorgia Meloni presiederà domani a palazzo Chigi un vertice interministeriale sulla situazione ai Campi Flegrei dopo lo sciame sismico di ieri sera. Lo annuncia il ministro della Protezione Civile Nello Musumeci sottolineando che sul tavolo ci saranno “eventuali ulteriori interventi da parte del governo, dopo quelli già promossi e in corso di attuazione con il decreto legge dell’ottobre scorso”. “Sono in costante contatto con il presidente del Consiglio Giorgia Meloni – ha aggiunto Musumeci” che segue sin da ieri sera la situazione”.

“Stiamo allestendo, in via del tutto precauzionale, tre aree di attesa e di accoglienza nei Comuni di Napoli, Pozzuoli e Bacoli”, ha detto il prefetto di Napoli, Michele di Bari.

Nella zona interessata dall’attività sismica dei Campi Flegrei la Protezione Civile sta operando fin da subito e, in particolare, sta verificando la stabilità degli edifici, ha spiegato il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio.

Le scuole di Pozzuoli quasi sicuramente resteranno chiuse anche domani e non è escluso uno stop anche per i prossimi giorni. Da quanto si apprende, le verifiche sono in corso e in alcuni istituti sarebbero stati riscontrati dei danni. La decisione definitiva sarà presa nelle prossime ore in virtù dei sopralluoghi degli esperti che si stanno mettendo in atto in queste ore.

“Sono state allestite nella notte cinque aree di attesa a Pozzuoli e un’area di accoglienza al Palatrincone di Monterusciello, dove hanno dormito 80 persone”, ha reso noto sui social l’unità di crisi terremoto ai Campi Flegrei. “Aree di attesa sono state allestite anche a Bacoli. I sopralluoghi hanno portato finora allo sgombero di 19 edifici e all’evacuazione di 42 famiglie. L’attività dei tecnici prosegue con l’arrivo di ulteriori squadre messe a disposizione da Vigili del Fuoco e ordini professionali”, si sottolinea.