Campi Flegrei, Nello Musumeci: “Stop alle nuove costruzioni in area bradisismo”

Campi Flegrei, Nello Musumeci: “Stop alle nuove costruzioni in area bradisismo”

“Chi ha scelto di vivere nell’area dei Campi Flegrei sapeva di vivere in un’area difficile che presenta rischi. Ce ne ricordiamo solo quando la terra trema e questo è un grande limite”, le dichiarazioni del ministro


CAMPANIA – Il ministro per la Protezione civile, Nello Musumeci, al termine del vertice interministeriale sull’attività sismica ai Campi Flegrei, ha sottolineato l’importanza e l’impegno delle Istituzioni  per definire un piano di evacuazione che “rimane nel cassetto ma se necessario deve essere subito realizzato e attuato”.

Sono stati realizzati migliaia di edifici nell’area dei Campi Flegrei, ci vivono 80mila persone. – Spiega Musumeci – È l’eccessiva antropizzazione del territorio che andava impedita in passato e oggi crea problema ai fini del piano speditivo di evacuazione. Chi ha scelto di vivere nell’area dei Campi Flegrei sapeva di vivere in un’area difficile che presenta rischi. Ce ne ricordiamo solo quando la terra trema e questo è un grande limite, serve una convivenza vigile col pericolo. Se decidi di stare in quel luogo ci devi aiutare a promuovere una convivenza responsabile con una maggiore consapevolezza.”

Il ministro ha dichiarato che nei prossimi giorni saranno stilate delle stime, ma per la messa in sicurezza degli edifici servono oltre 500 milioni di euro.

Campi Flegrei, lo stop

L’intenzione del governo è quella di impegnare risorse nella cosiddetta zona rossa: nell’area più pericolosa ci sono 1.250 case che sarebbero a elevato rischio sismico e 2.750 a medio rischio. Quanto il governo potrà stanziare, e con quali modalità per mitigare il rischio di chi ci abita, lo valuteremo soltanto quando si sarà completata l’operazione di ricognizione della vulnerabilità degli immobili. In base alla mole di lavoro da affrontare, si quantificheranno le risorse.”

Poi: “La Commissione Grandi rischi si è riunita per valutare il pericolo. Non ho letto la relazione conclusiva ma credo che confermerà l’allerta gialla. Non so se ci sono stati pareri divergenti, non lo escludo.”

Nello Musumeci, in conclusione, ha rivolto un appello alla popolazione dei Campi Flegrei:

Noi meridionali siamo un po’ scanzonati, un po’ fatalisti, siamo abituati a toccare ferro. Ma dobbiamo comprendere che chi vuole continuare a vivere in quella zona deve attrezzarsi.