“Cavallo di ritorno” tra Napoli e Casertano: ruba auto e chiede 2mila euro per il “riscatto”, arrestato

“Cavallo di ritorno” tra Napoli e Casertano: ruba auto e chiede 2mila euro per il “riscatto”, arrestato

Gli agenti della Squadra Mobile – Sezione Falchi si erano appostati sul luogo concordato per la consegna del denaro, ove hanno fermato il sospettato nell’atto di prelevare i soldi


CASERTA/NAPOLI – La Squadra Mobile – Sezione Falchi ha arrestato un 24enne pluripregiudicato, originario della provincia di Napoli, colto in flagranza del delitto di estorsione in concorso, consumato mediante il modus operandi del cosiddetto “cavallo di ritorno”.

In particolare, il 9 u.s. un 50enne di Santa Maria Capua Vetere ha subito il furto della propria autovettura a Napoli.

Il giorno successivo la vittima ha denunciato il patito furto presso la Questura di Caserta, precisando di essere stato contattato da ignoti per la restituzione dell’autovettura verso il corrispettivo di circa 2.000,00 euro.

Pertanto, il personale di questa Squadra Mobile – Sezione Falchi si è appostato sul luogo concordato per la consegna del denaro, ove i poliziotti hanno fermato il sospettato nell’atto di prelevare i soldi.

Ad esito degli accertamenti, sulla scorta degli elementi acquisiti, gli investigatori della Squadra Mobile hanno rinvenuto anche l’autovettura rubata e, quindi, proceduto all’arresto.