De Luca dopo la provocazione della Meloni: “Ha comunicato la sua vera identità, noi concordiamo”

De Luca dopo la provocazione della Meloni: “Ha comunicato la sua vera identità, noi concordiamo”

“Non mi ero accorto di ciò che aveva detto: ho appreso dai social la sua raffinata eleganza”


CAIVANO – “Presidente De Luca! Sono quella stronza della Meloni. Come sta?”. Era stata questa la frase pronunciata dalla premier Giorgia Meloni ieri a Caivano nello stringere la mano al presidente della Regione Campania. Una “vendetta” arrivata 3 mesi più tardi, un piatto servito freddo come si dice vada fatto, dopo l’epiteto che in un fuori onda del febbraio scorso De Luca era stato beccato mentre diceva “Lavora stronza”.

Il volto del presidente De Luca era quello di chi aveva incassato il colpo ma, oggi, il giorno dopo i fatti, ha voluto replicare a margine di un convegno all’ospedale Cardarelli di Napoli.

“Ho visto che la Meloni – ha detto il presidente – ci ha tenuto a comunicare la sua nuova e vera identità. E noi non possiamo che concordare, ovviamente. Non ho sentito le cose dette dalla premier, ho sentito solo quando si è avvicinata a me per dire ‘presidente come sta?’ e infatti ho risposto ‘sto bene in salute e benvenuta qui. Ho appreso nel pomeriggio dai social della performance che era cominciata qualche metro prima ma non avevo sentito sinceramente. Ho appreso dai social della raffinata eleganza con cui si era avvicinata al presidente della Regione che era lì per accoglierla e darle il benvenuto”.