Denuncia una violenza sessuale al Pronto Soccorso, poi si suicida lanciandosi dalla finestra

Denuncia una violenza sessuale al Pronto Soccorso, poi si suicida lanciandosi dalla finestra

Aveva 20 anni: si è uccisa buttandosi dal quarto piano della struttura ospedaliera


ITALIA – Una ventenne si suicidata lanciandosi da una finestra del quarto piano dell’ospedale di Vizzoli Predabissi di Lodi. Appena 24 ore prima aveva denunciato di aver subito una violenza sessuale nel Pronto Soccorso della struttura.

Immediatamente sono partite le indagini dei carabinieri di Melegnano che poco dopo hanno eseguito un fermo di indiziato di delitto nei confronti di un uomo che, come la ragazza, era ricoverato nell’ospedale.

Si tratta di un magazziniere di 28 anni, italiano e incensurato, residente nel Lodigiano: dopo il fermo, ha sostenuto agli inquirenti che il rapporto sessuale era stato consenziente.

Sul corpo della ragazza è stata disposta l’autopsia.