Finisce il cammino, ma non il sogno

Finisce il cammino, ma non il sogno

Giugliano, nonostante tutto, è una stagione da incorniciare.


Non è bastato il gol di Salvemini ed una buona prestazione allo stadio Monterisi.

Il Giugliano saluta i play-off al primo turno contro l’Audace Cerignola, nonostante esca imbattuto dal match. In virtù del miglior piazzamento in classifica dei pugliesi.

L’unico neo di una stagione perfetta è stato il match dell’ultima giornata di campionato, sempre tra le due compagini, che ha visto i pugliesi imporsi per 3-0 e di fatti agganciare in classifica i tigrotti a quota 53 punti, ma con gli scontri diretti a favore.

Se fosse anche riuscito a prendersi il pari, ad oggi staremmo festeggiando il passaggio al secondo turno dei play-off.

Resta un po’ di amaro in bocca, ma considerando l’intera stagione non si può non essere che soddisfatti e grati alla società, al mister ed ai suoi uomini.

Hanno permesso ai tifosi di accarezzare un sogno, oltre che fare la storia qualificandosi ai play-off.

Un’annata non casuale, frutto di una gestione sana e lungimirante, che fa ben sperare per il futuro.

Ed è proprio da qui che bisogna ripartire, confermare Mister Bertotto e studiare una strategia di mercato che possa andare a consolidare un gruppo già competitivo.

È il momento di programmare per la stagione che verrà, con l’obiettivo di riprovare a qualificarsi tra le prime dieci e continuare a coltivare il sogno della B. Il cammino di questa stagione è terminato, ma il sogno continua.