Giugliano, salta il Consiglio comunale sull’aggressione a Pezzella. Il sindaco Pirozzi: “Mistificata la realtà”

Giugliano, salta il Consiglio comunale sull’aggressione a Pezzella. Il sindaco Pirozzi: “Mistificata la realtà”

Il primo cittadino ha detto di aver già chiarito tutto nelle sedi opportune


GIUGLIANO – È saltato per mancanza di numero legale il Consiglio comunale previsto per la giornata di oggi a Giugliano. Il punto all’ordine del giorno riguardava l’aggressione subita dal consigliere Salvatore Pezzella che lui stesso aveva raccontato ufficialmente e denunciato.

I fatti risalgono allo scorso 2 febbraio quando il consigliere fu aggredito da una persona non meglio identificata che, provocandogli anche una distorsione alla mano destra, lo avrebbe invitato a “farsi i fatti suoi sul Pua”. L’episodio fu denunciato alla Procura di Napoli il 29 aprile scorso.

Oggi era prevista la discussione ma nell’aula consiliare “Mena Morlando” la maggioranza non si è presentata facendo saltare il confronto. Assenti, tuttavia, anche gran parte dei consiglieri di minoranza: in aula, infatti, c’erano soltanto 7 dei 12 appartenenti all’opposizione e tra questi non c’era lo stesso Pezzella né gli altri appartenenti al Movimento 5 Stelle.

Il primo cittadino Nicola Pirozzi ha voluto tuttavia fare chiarezza: “Sono stato personalmente chiamato in causa dal consigliere Pezzella – ha spiegato – ma nelle sedi opportune ho chiarito quanto accaduto. C’è stata una mistificazione della realtà mentre bisognava sin da subito raccontare la verità”. “Una verità – ha concluso il sindaco – che è stata completamente stravolta: adesso andiamo avanti nel lavoro con lo stesso orgoglio di sempre”.