Laboratorio di marijuana in un immobile confiscato: avrebbe prodotto 100 chili di droga

Laboratorio di marijuana in un immobile confiscato: avrebbe prodotto 100 chili di droga

Sequestrati anche ventilatori industriali, lampade fluorescenti e trasformatori di corrente


CAMPANIA – I Finanzieri del Gruppo di Torre Annunziata hanno scoperto e sequestrato un sofisticato laboratorio clandestino per la coltivazione di marijuana all’interno di un immobile confiscato nel Comune di Trecase.

Nel corso dell’operazione, sono state rinvenute e sequestrate 369 piante di marijuana alte circa due metri, già in piena fioritura e pronte per essere raccolte. La resa stimata della coltivazione avrebbe potuto raggiungere i 110 kg di droga, per un valore di mercato superiore a 620.000 euro.

Oltre alle piante, i Finanzieri hanno sequestrato anche tutti gli strumenti utilizzati per l’attività illecita, tra cui: 20 ventilatori industriali, 35 lampade fluorescenti, oltre 300 trasformatori di corrente. E poi ancora, una vasca per l’irrigazione di 6 m2, due bilancini, diversi flaconi fertilizzanti e reti per l’essiccazione.

Le indagini hanno permesso di appurare che la piantagione era alimentata illegalmente mediante il furto di energia elettrica e di acqua pubblica.

Oltre alla detenzione e coltivazione di stupefacenti, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, contro ignoti, anche i reati di furto di acqua e di corrente elettrica.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria oplontina, la piantagione è stata distrutta, previo campionamento dei prodotti rinvenuti per la successiva analisi.