Papà punta pistola contro i senzatetto perché avrebbero molestato la figlia: “Andate via, vi ammazzo tutti”

Papà punta pistola contro i senzatetto perché avrebbero molestato la figlia: “Andate via, vi ammazzo tutti”

L’aggressione di un 44enne incensurato contro i senzatetto


MILANO – Nella serata di ieri, intorno alle 19:30, un uomo di 44 anni si reca alla stazione di Milano Lambrate per svolgere quella che sembra a tutti gli effetti una “spedizione punitiva”.

L’uomo scende dal suo autoveicolo con in mano una pistola, e qualificandosi come carabiniere, inizia a minacciare alcuni senzatetto accampati nel sottopasso. L’arma fortunatamente non presentava alcun colpo in canna, ma nel caricatore erano presenti ben 8 proiettili.

Dopo svariate minacce, l’uomo viene disarmato da un altro senzatetto, ma non si ferma, e cacciando un coltello, continua a inveire contro i presenti.

Il motivo dell’aggressione – secondo quanto riportato dalle fonti locali – è dovuto al fatto che alcuni di quei senzatetto avrebbero molestato la figlia minorenne. Con l’arrivo delle forze dell’ordine, la situazione si calma e l’uomo viene fermato e denunciato per minaccia aggravata, usurpazione di titoli e lesioni personali.

Gli agenti hanno inoltre sequestrato l’arma che risultava legalmente detenuta dal 44enne, che era in possesso del porto d’armi per uso sportivo. Ancora una volta la stazione di Milano Lambrate è teatro di violenza, circa 10 giorni fa infatti, proprio qui, è stato accoltellato il poliziotto Christian Di Martino.