Provocarono un vasto incendio a Casertavecchia: due persone arrestate

Provocarono un vasto incendio a Casertavecchia: due persone arrestate

Gli arrestati, all’epoca dei fatti allevatori ovini, avevano appiccato il fuoco per rinnovare la fertilità dei terreni e per ampliare le zone di pascolo, anche nelle aree coperte da boschi.


La Polizia di Stato di Caserta ha arrestato due persone, di 66 e 68 anni, ricercati per una condanna per incendio boschivo.

La Squadra Mobile ha rintracciato i due presso i luoghi di origine, a Caserta e San Felice a Cancello. Nel 2012, avevano cagionato, in concorso, un grave incendio boschivo, su una amplissima area di oltre 300mila metri quadrati del versante collinare del “Monte Montone”, classificata di rilevante importanza paesaggistica, ed a forte vocazione turistica, in quanto nei pressi del borgo medioevale di Casertavecchia.

Gli arrestati, all’epoca dei fatti allevatori ovini, avevano appiccato il fuoco per rinnovare la fertilità dei terreni con le ceneri prodotte dalla combustione e per ampliare le zone di pascolo, anche nelle aree coperte da boschi.

Sono stati condannati a circa 5 anni di carcere poiché riconosciuti, all’esito del processo, responsabili di incendio doloso. I due sono stati associati alla Casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.