Terremoto a Pozzuoli: evacuati tre edifici, tendopoli nelle strade

Terremoto a Pozzuoli: evacuati tre edifici, tendopoli nelle strade

La Protezione Civile, su disposizione dell’ufficio tecnico comunale, ha avviato l’allestimento di 4 aree di accoglienza


POZZUOLI – A Pozzuoli la Protezione Civile e i Vigili del Fuoco hanno sgomberato due palazzi, per le verifiche dopo il terremoto di magnitudo 4.4 delle ore 20.10 di oggi, lunedì 20 maggio 2024, il più forte dagli anni Ottanta. Sono 15 nel complesso le famiglie evacuate, al momento: 9 nuclei in via Dante Alighieri e 6 nuclei in via Artiaco. Un terzo edificio è stato sgomberato dalla Protezione Civile in via Solfatara, nella parte alta della città.

Molte persone sono ancora in strada e non hanno intenzione di tornare a casa, con lo sciame sismico non ancora concluso. Si sono registrate altre scosse di magnitudo 3.9 e 3.1 e 3.6.

A Pozzuoli tendopoli nelle strade per la notte

La Protezione Civile, su disposizione dell’ufficio tecnico comunale, ha avviato l’allestimento di 4 aree di accoglienza con delle tendopoli in diverse zone della città, a quanto apprende Fanpage.it da fonti qualificate: C9 sul ponte Copin, piazza a Mare, PalaTrincone a Monterusciello e via Napoli (altezza Terme della Salute), con brandine, generi di conforto e psicologi della protezione civile nazionale.

De Luca a Pozzuoli

Il Comune è in costante contatto con il ministro della Protezione Civile, Nello Musumeci. Non si esclude una possibile visita dell’esponente del Governo Meloni domani a Pozzuoli e Napoli. Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in tarda serata, si è recato presso la sede del Comune di Pozzuoli.

FONTE: FANPAGE.IT